Motore di ricerca

Trovate ciň che desiderate tra i nostri 887 immobili in Milano e provincia!

Ricerca per riferimento

Inserite qui il codice di riferimento dell'immobile che vi interessa e visualizzate la scheda dettagliata.

Inserisci ora la tua richiesta!

Vi offriamo la possibilitŕ di smettere di sprecare tempo per cercare la soluzione di cui avete bisogno...

Modulistica e link utili

  1. Errecicasa policy

Iscriviti alla nostra newsletter!

L'iscrizione alla newsletter č gratuita e puň essere cancellata in qualsiasi momento.

Il vostro indirizzo non sarŕ utilizzato per altri scopi o segnalato a terzi per fini diversi da quelli previsti per l'erogazione di questo servizio.

 

Rivalutazione dei beni immobili d’impresa

L’Ance spiega che nel caso in cui si effettui la rivalutazione solo ai fini civilistici dei beni immobili d’impresa, introdotta dall’art. 15, commi 16-23 del D.L. 185/2008, convertito con modificazioni in Legge 2/2009, il saldo attivo generato non sarà considerato in sospensione d’imposta e, pertanto, verrà tassato solo in caso di distribuzione in capo ai soci.
L’Ance aggiunge che l’efficacia fiscale della rivalutazione si considera perfezionata con l’indicazione in dichiarazione dei redditi dei maggiori valori rivalutati e della relativa imposta sostitutiva, a prescindere dall’omesso, insufficiente e/o tardivo versamento della stessa (che, se non versata, verrà iscritta a ruolo, fermo restando la possibilità per il contribuente di avvalersi del ravvedimento operoso).
Queste alcune delle precisazioni contenute nella Circolare Ministeriale n. 11/E del 19 marzo 2009, con la quale l’Agenzia delle Entrate affronta nuovamente il tema della disciplina riguardante la rivalutazione dei beni immobili delle imprese, già trattato dalla C.M. n. 8/E del 13 marzo 2009.
Il D.L. 185/2008 all’art. 15, comma 16, enuncia i soggetti ammessi a fruire della rivalutazione, rientranti nell’art. 73, comma 1, lettere a) e b) del testo unico delle imposte sui redditi, approvato con Decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n.917.
Tra gli altri, si tratta di:
- SocietĂ  per azioni e in accomandita per azioni;
- SocietĂ  a responsabilitĂ  limitata;
- SocietĂ  cooperative e societĂ  di mutua assicurazione;
- SocietĂ  europee di cui al regolamento (CE) n.2157/2001 e le societĂ  cooperative europee di cui al regolamento (CE) n 1435/2003 residenti nel territorio dello Stato;
- Enti pubblici e privati diversi dalle società nonché i trust, residenti nel territorio dello stato, che hanno per oggetto esclusivo o principale l’esercizio di attività commerciali.
L’Ance spiega che i fabbricati ammessi alla rivalutazione sono:
- i fabbricati strumentali, iscritti in bilancio tra le immobilizzazioni materiali, non destinati alla vendita;
- i fabbricati non strumentali, iscritti in bilancio tra le immobilizzazioni materiali, non destinati alla vendita.
Non possono invece essere rivalutati:
- i beni merce (ossia i beni alla cui produzione o scambio è diretta l’attività, per esempio il magazzino delle imprese edili);
- le aree fabbricabili.

Pierpaolo Molinengo
Pubblicato il 18/04/2009 | Fonti: Pierpaolo Molinengo

Mercato immobiliare

Presso CCIR un seminario per comprendere le opportunità rappresentate dalla Nuova Unione Doganale
Alle h. 09:30 presso la sede CCIR, in corso Sempione 32/B, si terrĂ  il convegno Russia, Bielorussia e Kazakhstan, la Nuova Unione Doganale: opportunit ...

Il blog di Claudio Rossi

Fabio Volo: "il miglior investimento.. il Mattone!
Per Fabio Volo il miglior investimento resta il Mattone

Lo scorso venerdi 24 febbraio, Fabio Volo, ospite dalla bignardi ha dichiarato: